Ricerca avanzata
Stampa

BANDO AZIONI PER IL RIORIENTAMENTO E LA DIVERSIFICAZIONE DEI MERCATI

BANDO AZIONI PER IL RIORIENTAMENTO E LA

DIVERSIFICAZIONE DEI MERCATI

 

La Regione Marche ha approvato un nuovo bando per rafforzare la capacità delle MPMI marchigiane di operare su nuovi mercati internazionali, sostenendo progetti di investimento per l’innovazione digitale strategica alla funzione commerciale, in particolare per le imprese che si ritrovano nell’impossibilità di esportare nei consueti mercati russo/ucraino o di rifornirsi di materie prime e semilavorati provenienti da questi mercati.

Il costo totale ammissibile del progetto di investimento non deve essere inferiore a 5.000 euro.

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale a fondo perduto, per la realizzazione del progetto, nella misura del 70% con un massimo di 40.000 euro.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 16 maggio 2022 ed entro le ore 13:00 del 30 giugno 2022 attraverso il sistema informativo regionale Sigef.

SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese, in forma singola, regolarmente iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio delle Marche.

INIZIATIVE AMMISSIBILI

I progetti di investimento delle imprese, diretti all’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati esteri già serviti e nella ricerca di nuovi mercati e di nuovi fornitori, dovranno prevedere almeno due ambiti di attività tra quelli di seguito indicati e afferenti agli ambiti di specializzazione intelligente in ricerca e innovazione della regione Marche:

  1. INNOVAZIONE della STRATEGIA PROMOZIONALE nei mercati di riferimento individuati nel progetto;
  2. TEMPORARY EXPORT MANAGER e DIGITAL EXPORT MANAGER in affiancamento al per- sonale aziendale;
  3. ANALISI E RICERCHE DI MERCATO per l’individuazione di nuovi mercati e fornitori;
  4. SITO WEB AZIENDALE ai fini dello sviluppo di attività di promozione digitale dell’export;
  5. MARKETING DIGITALE attraverso uno o più canali digitali;
  6. BUSINESS ON LINE quale attività di innovazione del processo commerciale;
  7. SOCIAL MEDIA MARKETING compreso l’utilizzo degli influencers, di storytellers e storytel- ling.

Il costo totale ammissibile del progetto di investimento non deve essere inferiore ad Euro 5.000.

 

TERMINI DI AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE E TEMPISTICA DEI PROGETTI

Le spese ammissibili sono quelle effettuate (fa fede la data di fatturazione) a partire dalla data del 24 febbraio 2022, data di inizio crisi russo-ucraina ed entro la data di conclusione dello stesso.

Il programma di investimento dovrà essere concluso entro 6 mesi dalla data del decreto di concessione del finanziamento, fermo restando che dette spese possono essere quietanzate entro i successivi 60 giorni.

CONTRIBUTI

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, per la realizzazione del progetto, nella misura del 70% che verrà applicato per tutte le tipologie di spesa richieste.

Il presente bando è attuato ai sensi del Reg. (UE) n. 1407 /2013 e s.m.i. (“de minimis”).

Per le sole imprese che abbiano subito riduzioni di quote export, o abbiano sostenuto maggiori costi derivanti dalla crisi Russo-Ucraina, le agevolazioni di cui al presente bando potranno essere concesse anche ai sensi della sezione 2.1 del “Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuti di Stato a sostegno dell'economia a seguito dell'aggressione contro l'Ucraina da parte della Russia”.

Tale attuazione è subordinata all’autorizzazione di compatibilità da parte della Commissione Europea.

Nel caso in cui, le agevolazioni di cui al presente bando, potranno essere concesse ai sensi della sezione 2.1 del “Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuti di Stato a sostegno dell'economia a seguito dell'aggressione contro l'Ucraina da parte della Russia” , gli stessi verranno concessi nel limite massimo di 400.000,00 euro per impresa. Il contributo concedibile non potrà superare il valore di Euro 40.000,00.

 

PROCEDURE E TERMINI

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 16 maggio 2022 ed entro le ore 13:00 del 30 giugno 2022 attraverso il sistema informativo regionale Sigef.

MODALITÀ DI ISTRUTTORIE E FASI DEL PROCEDIMENTO

L’intervento viene attuato con procedura valutativa a graduatoria. Le imprese riceveranno una valutazione con punteggio da 0 a 100, sulla base dei criteri indicati nella seguente tabella di valutazione.

A) MACRO-CRITERIO RELATIVO ALLA QUALITÀ DEL PROGETTO (Peso 40)
CRITERI INDICATORI DI DETTAGLIO

PUNTEGGIO

MASSIMO CRITERIO

1. Validità e fattibilità del progetto 1.1 Validità dell’approccio metodologico e organizzativo, con particolare riferimento a: chiarezza e completezza del progetto, previsione di output concreti e misurabili in ottica pluriennale

 

fino a 15

2. Sostenibilità economico- finanziaria del progetto 2.1 Congruità e pertinenza del piano delle spese in relazione agli obiettivi, alle attività e alle tempistiche fino a 15
3. Capacità tecnica del pro- ponente 3.1 Qualità della struttura di gestione, con particolare riferi- mento a: adeguatezza dell’organizzazione, qualificazione del management relativamente alla gestione dell’attività export

 

fino a 10

TOTALE A 40
B) MACRO-CRITERIO RELATIVO ALL'EFFICACIA DEL PROGETTO (Peso 60)
CRITERI INDICATORI DI DETTAGLIO

PUNTEGGIO

MASSIMO CRITERIO

4. Innovatività 4.1 Miglioramento o sviluppo di nuovi processi produttivi, organizzativi o commerciali valutato in relazione alla efficacia prevista dagli investimenti e dalle azioni del progetto all’analisi delle esigenze dei consumatori (con particolare riferimento ai mercati esteri che si intende approcciare), ed alla introduzione e/o rafforzamento di nuove pratiche commerciali al fine di implementare le quote di mercato e/o consentire l’ingresso in nuovi mercati esteri in ottica pluriennale

 

 

 

fino a 10

5. Ricadute per l’impresa 5.1 Migliore posizionamento in termini di incremento delle quote di mercato e/o di ingresso in nuovi mercati.

Punteggi

fino a 5

 

 

 

 

 

 

 

fino a 45

Maggiorazione di punteggio per le imprese che, a seguito del conflitto russo-ucraino devono rivolgersi a un nuovo mercato valutato in termini di percentuale di esposizione su mercato russo/ucraino come risultante da DSAN rilasciata dal legale rappresentante, documentabile in sede di controllo, in riferimento alla quota percentuale di fatturato export o di costi sostenuti per l’acquisto materie prime o semilavorati sul mercato russo/ucraino nel triennio 2019-2020-2021

 

 

 

fino a 40

>= 0 % <= 10% 10
> 10 % <= 20% 15
> 20 % <= 40% 20
> 40 % <= 60% 30
> 60 % 40
6. Effetti trasversali 6.1 Capacità della proposta nell’intercettare le traiettorie di sviluppo delineate nella RIS e conseguenti ricadute sulla com- petitività regionale, con particolare riferimento alla connessione della proposta progettuale con le traiettorie di innovazione afferenti agli ambiti della RIS di cui all’APPENDICE A.4. e ai possibili effetti della stessa sulla competitività regionale.

 

 

fino a 5

TOTALE B 60

 

Per Informazioni e per la predisposizione della pratica:

Anna Ruffini – 0733/279651 - 340/2885525 – a.ruffini@confindustriamacerata.it

Naida Costantini – 0733/279654 - 331/1907180 – costantini@confindusriamacerata.it

 

Il Direttore

Gianni Niccolò

App Confindustria

app.png
La nuova app di Confindustria Macerata semplice e gratuita.
apple.png
play.png

Ultime News