logo

Bando Regione Marche Borse di Lavoro per disoccupati over 30 - proroga termini al 24 ottobre 2016

Stampa
- Lavoro e Previdenza

Le aziende interessate possono ospitare per 6 mesi un lavoratore iscritto alle liste di disoccupazione usufruendo di borse lavoro erogate dalla Regione Marche

Al lavoratore viene riconosciuto un assegno di 650 € lordi mensili. L'azienda ha la possibilità di testare il rapporto prima di eventualmente, optare per una assunzione.

Per poterne usufruire l'azienda deve dare disponibilità ad ospitare qualcuno dei possibili candidati. Lo sportello di lavoro di Assindustria Servizi ha ricevuto sollecitazioni da alcuni di questi possibili candidati (clicca per vedere i profili). Le aziende interessate possono contattare il 0733 187 14 62 per verificare i profili disponibili e i requisiti richiesti al soggetto ospitante.

Scadenza: Attenzione!! CON DECRETO DEL 22 SETTEMBRE LA REGIONE MARCHE HA PROROGATO I TERMINI, PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE AL 24 OTTOBRE 2016

La Regione Marche con Decreto n. 208 del 29 luglio 2016 ha emanato il bando per l'assegnazione di borse lavoro rivolte a soggetti che abbiano compiuto il trentesimo anno di età, siano disoccupati, in possesso di una scolarità anche minima, ovvero che abbiano perso il posto di lavoro o cessato un’attività autonoma, anche da lunghi periodi, e a basso reddito.

Le borse lavoro (che non rappresentano in alcun caso rapporti di lavoro) possono essere realizzate presso datori di lavoro privat. Per la Provincia di Macerata sono disponibili 188 borse.

L'azienda ospitante deve avere la sede legale e/o secondaria operativa nelle Marche; la borsa lavoro deve realizzarsi presso la sede del soggetto ospitante localizzata nella Regione Marche. L’orario settimanale del borsista presso il soggetto ospitante non può essere inferiore a n. 25 ore settimanali e superiore al limite massimo dell’orario a tempo pieno, previsto dal CCNL.

Le domande possono essere presentate dal borsista dal 11 agosto 2016 al 30 settembre 2016.

Ogni borsa ha una durata massima di sei mesi, durante la quale è prevista l’erogazione ai beneficiari di un’indennità di partecipazione di euro 650,00 mensili lordi da parte della Regione Marche.

I soggetti ospitanti devono essere:

  • In regola con l'applicazione del CCNL
  • In regola con il versamento degli obblighi contributivi e assicurativi
  • In regola con la normativa in materia di sicurezza del lavoro e non debbono aver subito provvedimenti da parte delle autorità competenti in materia di sicurezza sul lavoro e/o lavoro irregolare, negli ultimi 24 mesi.
  • In regola con le norme che disciplinano le assunzioni obbligatorie - quote di riserva – previste dalla Legge n. 68 del 12/03/1999 e s. m., senza il ricorso all’esonero previsto dall’art. 5, comma 3 della legge medesima
  • Nella situazione (da dichiarare) di non aver effettuato licenziamenti per la stessa qualifica, negli ultimi 12 mesi, precedenti l’attivazione della borsa, salvo che per giusta causa, ovvero non avere in corso procedure di CIG straordinaria o in deroga per attività equivalenti a quelle della borsa, nella medesima unità operativa.
  • Garantire per ogni borsista ospitato, la copertura presso l’INAIL contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, e la copertura presso idonea Compagnia assicurativa per la responsabilità civile verso terzi.

Requisiti dei borsisti:

  • Età: aver compiuto il trentesimo anno e non aver compiuto il sessantacinquesimo anno.
  • Residenza: nella Regione Marche; la residenza deve essere posseduta alla data di presentazione
  • della domanda, non è sufficiente aver presentato al Comune l’istanza di residenza.
  • Disoccupazione: possono partecipare al presente Avviso pubblico i soggetti iscritti come disoccupati presso i Centri per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione (CIOF). In caso di assegnazione e accettazione della borsa lavoro, la condizione di disoccupazione ai sensi delle disposizioni di legge vigenti, sarà verificata dal Servizio regionale competente e dovrà esistere al momento dell’inizio della borsa lavoro e permanere per l’intera durata della stessa.
  • Assenza di rapporti di lavoro con i soggetti ospitanti, negli ultimi quattro anni antecedenti la domanda di borsa lavoro; né si possono attivare rapporti di lavoro fino al termine di durata della borsa, o comunque in assenza di interruzione definitiva della stessa.
  • Assenza di rapporti di parentela con la persona fisica proprietaria, titolare o socio dell’impresa ospitante, secondo la definizione dell’art. 230 bis c.c., come introdotto dalla L. n. 151/1975 sulla riforma del diritto di famiglia. Nel caso di società cooperative il rapporto di parentela s’intende riferito ai soci amministratori.
  • Non aver usufruito di n. 2 borse lavoro finanziate con risorse della programmazione FSE 2007/2013 (ai sensi della DGR n. 1041/2009).
  • Certificazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente
  • Scolarità minima: per la quale si intende l’assolvimento dell’obbligo scolastico.

Le domande possono essere presentate entro il 24 ottobre 2016

Per il bando cliccare qui

per informazioni chiedere dello Sportello lavoro o del Servizio Risorse Umane

Share